EtnaSci
log in

Etna Nord - 6.1.2019 A breve al via la stagione sciistica - fotoreport

AGGIORNAMENTO DEL 7.1.2019 - DOMANI COME PREANNUNCIATO DA ETNASCI, PARTIRA' UFFICIALMENTE LA STAGIONE SCIISTICA A ETNA NORD CON APERTURA DELLA PISTA TANAURPI (SEGGIOVIA) E COCCINELLE (SKILIFT)

LINGUAGLOSSA - Etna Nord 6 Gen 2019 - Siamo appena rientrati da un sopralluogo sulle piste di sci del versante nord del vulcano e nonostante il perdurare di condizioni meteo non favorevoli a causa di una bufera, siamo riusciti ad effettuare un report fotografico. Come noto la Sicilia è stata interessata negli ultimi giorni da gelo e maltempo come avevamo preannunciato (vedi news del 30.12.2018 In arrivo la neve tra cCapodanno e l'Epifania) e come previsto quasi tutta l'isola è stata imbiancata. Anche sul vulcano sono caduti accumuli nevosi, anche più consistenti del previsto, ma accompagnati da forti venti. In conseguenza di ciò è stato difficile fare sopralluoghi e stime precise dell'innevamento e comunque, lo sottolineamo, in questi giorni di festa purtroppo non sarebbe stato possibile sciare in condizioni metereologiche buone. In sintesi abbiamo rilevato che gli accumuli più consistenti come consueto in queste condizioni meteo, sono stati maggiori sulla pista Tanaurpi dove abbiamo stimato livelli di innevamento medi dai 40 ai 70/80 cm, mentre sugli skilift più in alto sono state rilevate condizioni peggiori in quanto il vento ha spazzato via da alcune zone la neve, in particolare sulle risalite degli skilift, e pertanto occorrerà, condizioni nevose permettendo, parecchio lavoro da parte del gestore. Nella giornata odierna i gatti delle nevi erano già in azione dalle prime ore del mattino per la sistemazione del manto nevoso e del tapis roulant. Non sono state ancora fornite informazioni certe sulla data di apertura, in quanto occorre come detto la sistemazione delle piste, cosa resa non facile fino ad oggi dal meteo. Il nostro report è accompagnato da una fotogallery realizzata oggi. Stiamo inoltre provvedendo a ripristinare la nostra webcam che purtroppo è stata oggetto di un guasto. 
VIABILITA' - La viabilità, è del tutto ripristinata su entrambe le strade di accesso (Linguaglossa e Mareneve da Fornazzo) seppure obbligatoriamente con catene perché non sembra essere stato sparso il ghiaccio. Quindi massima attenzione sopra i 1000 metri per la probabile presenza di ghiaccio e neve . Raccomandiamo a tutti mettere le catene prima di far perdere aderenza alle auto per evitare inutili ingorghi. 

Per eventuali aggiornamenti sull'apertura consultare il nostro bollettino neve. 

SCI, SCI DI FONDO, CIASPOLATE, FREERIDE... La località con le condizioni attuali di innevamento si presta benissimo per passare sia giornate sugli sci sulle piste di discesa o di fondo, ma anche per provare esperienze nuove come ad esempio lo sci freeride possibilmente accompagnati da maestri di sci esperti e specializzati che sanno dove e come godere far godere al meglio questa disciplina con o senza utilizzo delle "pelli di foca". Inoltre consigliamo di provare a fare una passeggiata con le ciaspole o racchette da neve all'interno della pineta innevata, meglio anche in questo caso accompagnati da esperti,  per vivere una attività a completo contatto con  la natura e panorami mozzafiato. Per chi invece volesse impare a sciare o perfezionarsi, i maestri di sci dello Sportclub EtnaSci sono a disposizione su prenotazione (vedere https://www.etnasci.it/attivita

Vedi anche:

Foto: 6.1.2019 Panoramica sulla pista baby Tanaurpi - tapis roulant e uomini della Star a lavoto 

30.12.2018 Etna - In arrivo la neve tra Capodanno e l'Epifania

Dopo una lunga attesa e l'Etna impietosamente in tenuta primaverile nella maggior parte dei suoi versanti, finalmente ecco arrivare una ondata di freddo che porterà la neve sul vulcano con l'arrivo del nuovo anno. Già a partire da stanotte si attendono le prime imbiancate sopra i 1400 metri per poi avere un forte calo e zero termico anche sotto i 1000 metri di quota a Capodanno. Dopo un breve stop il 2 Gennaio, l'arrivo di una seconda ondata di maltempo che si svilupperà tra il 3 e il 6 Gennaio. La perturbazione arriverà dai quadranti settentrionali, condizione questa che normalmente fa accumulare molta più neve sui Nebrodi e sulle Madonie. Tuttavia potrebbe portare consistenti accumuli complessivamente di diversi decimetri anche sull'Etna, in quanto si prevede uno scontro del fronte freddo con aria più calda che potrebbe portare, appunto, a una situazione più favorevole ad accumuli su tutto il vulcano, dunque anche nelle stazioni sciistiche per il piacere degli sciatori. Daremo aggiornamenti e attiveremo la webcam EtnaSci nei prossimi giorni per seguire le condizioni in tempo reale. A causa delle basse temperature si prevono strade ghiacciate a partire da poco sopra i paesi etnei, pertanto si raccomanda l'uso di catene o pneumatici da neve oltre alla massima attenzione. 

Ulteriori approfondimenti sul sito partner: weathersticily.it

  • Pubblicato in News
  • 0

24.12.2018 Etna, nuova eruzione in corso. Nessun danno o pericolo per strutture e popolazione

Verso le ore 12 di oggi 24 Dicembre 2018 è iniziata una nuova fase eruttiva del nostro vulcano. Contemporaneamente ad una forte attività parossistica ai crateri sommitali (come da foto aerea scattata dal nostro drone sul versante sud) che erano in attività stromboliana da settimane, si sono aperte due fratture eruttive nella desertica Valle del Bove. Chi attendeva la neve per poter finalmente iniziare a sciare, si deve accontentare di questo meraviglioso spettacolo, al momento privo di pericoli se si osserva dai paesi etnei o sui bordi della Valle del Bove ove non vi è alcun rischio per le escursioni. Si sconsiglia invece la discesa all'interno della Valle del Bove, in considerazione della relativa stabilità del cono formatosi da poco che potrebbe essere soggetto a franamenti sul fianco est. Dunque sono fuori pericolo da questa spettacolare attività, le stazioni turistiche, le sciovie e i paesi etnei. Il versante consigliato per ammirare l'eruzione e le colate di lava dentro la Valle del Bove è il versante est, dai paesi di Zafferana, Milo e Sant'Alfio. Per chi volesse fare delle escursioni ma non ha adeguata esperienza, consigliamo vivamente di avvalersi di servizi di accompagmento guidato, anche per scegliere le zone panoramiche migliori e raggiungerle mitigando i rischi. Ricordiamo invece che al momento le sciovie sono chiuse come da nostro bollettino neve per innevamento insufficiente. 

Per informazioni su escursioni guidate www.etnaexcursion.it

Per informazioni sull'evoluzione vulcanica consigliamo di visitare il sito dell'istituto di vulcanologia www.ct.ingv.it

  • Pubblicato in News
  • 0
Sottoscrivi questo feed RSS

fisi