Visualizza articoli per tag: Piano Battaglia
log in

Ski area Piano Battaglia

fisi

Domani prevista l'apertura ufficiale di Piano Battaglia dopo dieci anni

Finalmente dopo una lunghissima attesa riaprirà dopo una decina di anni di chiusura forzata la località sciistica di Piano Battaglia, nel territorio centrale della Sicilia, precisamente sulle Madonie. L'USTIF ha finalmente rilasciato i nulla osta per poter aprire le sciovie e domani mattina sarà possibile solcare le nevi madonite con gli sci. Auguriamo alla Piano Battaglia Srl, che ha creduto ed investito in questo progetto, un'ottimo avvio di stagione e buon lavoro per il futuro. Vi verremo a trovare presto per un report. Nella foto un componente del nostro staff si affaccia dal monte Mufara verso l'Anfiteatro della Quacella, laddove domina lo spettacolo delle cosiddette Dolomiti di Sicilia, non solo per la peculiare morfologia che ricorda le sorelle maggiori del nord Italia, ma anche per la composizione geologica del suolo identica. 

 

  • Pubblicato in News

Piano Battaglia

Località: Piano Battaglia | Altitudine stazione:1572-1830 mt | Cordinate: 37°52'38'' N - 14°01'36'' E​

Anche in provincia di Palermo è possibile sciare grazie alla piccola stazione di Piano Battaglia sulle Madonie, montagne che si possono tranquillamente denominare le Dolomiti di Sicilia. Gli impianti da sci dopo anni di fermo a causa della scadenza tecnica sono stati riammodernati nel 2016 e l'inverno 2017 dovrebbe segnare definitivamente la riapertura della stazione. Le vecchie sciovie sono state sostituite da una nuova seggiovia ad agganciamento automatico e uno ski-lift i quali servono adesso 4 piste rinnovate e sistemate dalla nuova società in collaborazione con la Forestale. Inoltre vi è la presenza di un campo scuola con tapis roulant. Dalla cima della Mufara ci si affaccia sul bellissimo e particolare panorama del mar Tirreno e di Cefalù. La località palermitana ricorda i paesaggi di molte stazioni appenniniche per la presenza di boschi di faggio, ottimo innevamento che permette una durata di stagione piuttosto lunga ma a stupire davvero è l'aspetto geologico delle Madonie, chimicamente simili ma anche per l'aspetto ricordano le più famose Dolomiti. Pubblichiamo più in basso una fotogallery e un video realizzati dal nostro team a Piano Battaglia negli anni scorsi. 

Piste Piano Battaglia
Sparviero

Pista ROSSA: La pista Sparviero, con una lunghezza di 3 km e un dislivello di circa 280 mt è tra le più interessanti del centro Sud; la sua nuova versione, con una serie di derivazioni in mezzo alla faggeta, garantirà una differenziazione dei percorsi e una maggiore sicurezza per lo sciatore. La pista inizia una volta scesi dalla seggiovia, poco più sotto la sommità del Mufara, a circa 1850 mt s.l.m.; sin da subito la vista è mozzafiato, infatti si possono ammirare le vastissime colline della Sicilia centrale, l’Etna e il mar Tirreno. Proseguendo la discesa, la pista sì addentra nel bosco di faggi fino al suo arrivo agli impianti ma per i più esperti, poco prima dell’ultima curva, la pista regala una piccola deviazione sulla sinistra, lo Schuss 100 metri di muro, uno Steilhang in tedesco, per l’ultima emozione.

La Porta - La Farina

Pista ROSSA: La nuova pista La Porta – La Farina inizia all’arrivo della seggiovia ed è un percorso di media facilità. Segue la strada di servizio che porta i mezzi di soccorso e di appoggio alla cima della Mufara e finisce percorrendo il bosco, dal lato di Petralia, fino al Rifugio Marini. Sarà intitolata a due pionieri della montagna della Sicilia degli anni 50/75, che diedero un fortissimo impulso all’attività escursionistica e sciistica, contribuendo a rendere Piano Battaglia una delle stazioni più conosciute del centro Sud. (fonte: Pianobattaglia.it)

Mollica

Pista NERA: La più tecnica della località, questa pista regala emozioni ai più esperti. Come per lo Sparviero, una volta scesi dalla seggiovia, dopo qualche metro sulla sinistra ci troveremo il bellissimo curvone molto ampio con vista sul mar Tirreno e la costa palermitana. Finito il curvone ci addentreremo nella faggeta in un tratto di pista-raccordo per poi passare sotto la seggiovia, dove da lì avremo davanti a noi il primo muro della pista, con vista sul pianoro. Da lì in poi è un susseguirsi di emozioni tra i faggi fino alla fine della Mollica che coincide con l’inizio della pista Scoiattolo. La pista Mollica, ripulita dalle pietre e dall’incuria, in particolare nel primo tratto, potrà essere percorribile dagli sciatori in tutta sicurezza dopo 30 anni.

Scoiattolo

Pista BLU: Questa pista, immersa nella faggeta, di più semplice difficoltà è servita dallo ski-lift. La pista, una volta sganciati, ci permette una piccola variante: scendendo subito sulla sinistra faremo un piccolissimo tratto più impegnativo rispetto al resto della pista. Dopodiché è un rettilineo, con vista sul bellissimo pianoro di Piano Battaglia, fino alla fine della pista. La pista Scoiattolo, è stata migliorata sia nel fondo che nel percorso di risalita dello skilift.

Bollettino neve

Aggiornamento del 14 Febbraio 2017 ore 22:30

METEO STRADE

Strade perfettamente percorribili. Transito obbligatorio con catene a bordo o gomme da neve fino al 31 Marzo.

Impianti aperti: 3 SU 3 | Quantità neve (cm stimati min-max): 50/70 cm
Mappa 3D | Sito web

       seggiovia        Pista rossa Sparviero 

       seggiovia        Pista rossa La Porta- Farina

       seggiovia        Pista nera Mollica

        seggiovia        Pista blu/rossa Scoiattolo

        seggiovia        Campo scuola Marmotta

               Pista fondo Battaglietta

Skipass: Giornaliero -20/28 € - Pomeridiano -15/20 € | Skipass solo campo scuola Marmotta: Adulti -15€ -- Under 14 -10€ | Orari: 9:00 - 16:00 Tutti i giorni  | Inizio stagione: 14 Gennaio/ 11 Febbraio.

Fotogallery

Fotogallery 24 Dicembre 2011
 

Ecco come si presenta Piano Battaglia con i nuovi impianti mentre il video più in basso è stato realizzato dal team EtnaSci con il contributo dei Caproni dell'Etna

 

17 Gen 2010 - Favolosa giornata di neve a Piano Battaglia

Dagmar Ingrassia, nostra "inviata" per le Madonie, ci ha inviato un report davvero bellissimo su Piano Battaglia. Riportiamo alcune parole dal suo report: <<...e poi nelle vicinanze frotte di gente armata di palette e slittini, ma noi abbiamo preferito andare fuori dalla confusione e risalire il monte Mufara dal tracciato della pista dello Sparviero... già superata la prima salita lo scenario cambia radicalmente...neve ancora intatta, nessuno nei paraggi e tanta strada ancora da fare... La neve non era fresca e farinosa perchè una notte di cielo stellato l'ha indurita...salendo più in alto però cedeva ugualmente sotto i piedi, sicchè la risalita a richiesto il doppio del tempo rispetto al solito...un paio d'ore...tutta Piano battaglia è ben innevata e di pietre non se ne vedeva l'ombra il che permette di fare free ride in tutta tranquillità!>>

VAI ALLA GALLERY

Sottoscrivi questo feed RSS