Sci
log in

Bollettino neve

fisi

Corso Ski touring e Freeride - Etna

Lo sci alpinismo e il freeride, ovvero sciare in fuoripista, sono discipline particolarmente ideali da praticare sul vulcano Etna. Non è raro che vi siano condizioni di innevamento insufficienti per l'apertura delle piste da sci sul vulcano (ma non solo...), ma che invece la neve sia sufficiente per praticare la risalita con le "pelli di foca". Infatti il vulcano Etna grazie agli oltre 3000 mt di altitudine e a versanti spesso innevati in maniera eterogenea dà la possibilità di sciare anche con impianti chiusi o semplicente è una scelta alternativa per gli appassionati che decidono di andare su e giù per i pendii del Mongibello con la sola forza di volontà e delle gambe, liberamente senza essere vincolati a orari, piste ordinarie e altro ancora. Se è vero che l'Etna è una montagna che presenta meno pericoli di esposizione al distacco di valanghe, è pure vero che il territorio vulcanico può presentarne molti altri e non va sottovalutato o peggio improvvisarsi. Per tali ragioni è vivamente consigliato approcciare questo sport responsabilmente e con il metodo giusto ovvero seguendo i consigli di chi ha più esperienza e conosce meglio il territorio. In considerazione di ciò lo SportClub EtnaSci organizza un corso di sci Ski Touring e Freeride sull'Etna . 

A CHI E' RIVOLTO IL CORSO?

Il corso è rivolto a sciatori di buon livello tecnico che sappiano dunque affrontare in pieno controllo le piste rosse e nere e in buono stato di salute. Normalmente corsi similari si concentrano su argomentazioni di sci alpinismo classico, quindi sull'ascensione con gli sci. Il nostro corso, affidandosi a professionisti specializzati e costantemente aggiornati, si propone in una chiave più moderna e adeguata all'evoluzione degli attuali materiali. Quindi verrà dato spazio e importanza alla salita quanto alle tecniche di discesa con sci.
L'obiettivo è di rendere autono lo sciatore nell'organizzazione di escursioni sci alpinistiche nei fuoripista etnei per affrontare i pendii in sicurezza e divertimento.  

COSA INCLUDE IL CORSO?

  • 5 Lezioni tecniche-pratiche e uscite escursionistiche con gli sci.
  • Argomenti tecnici: conoscenza ed esercitazione tecniche di salita (uso corretto attrezzatura, movimenti base, inversioni); perfezionamento tecniche di sciata in discesa; conoscenza principali itinerari sci alpinistici.
  • 3 lezioni teoriche in aula. 
  • Argomenti teoria: l'attrezzatura; preparazione degli sci e setting attacchi e scarponi; Nozioni di orientamento (con e senza bussola/Gps etc);  Nivologia - Valutazione rischi - Autosoccorso in valanga; 
  • Tesseramento alla FISI Federazione Italiana Sport Invernali (35€) e relativa Polizza infortuni. Vedere sito fisi.org
  • I partecipanti potranno inoltre partecipare a due manifestazioni sci alpinistiche inserite nel calendario FISI nei giorni 8 Feb e 14 Marzo 2020 (event. quote iscrizione non incluse).

DETTAGLI

  • Le lezioni di teoria si terranno il Venerdi pomeriggio (3-10-17 Gennaio 2020 orario 17-20 a Zafferana Etnea).
  • Le lezioni pratiche i week end (il Sabato o la Domenica) a partire dal 12 Gennaio 2020. Location etnee.  
  • Qualora dovesse nevicare prima di queste date, al raggiungimento del numero minimo previsto di 7 partecipanti, la direzione potrebbe variare le date.
  • Iscrizioni aperte fino al 30 Dicembre 2019. Inviare una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando le proprie esperienze e un contatto telefonico. 

 

ORGANIZZAZIONE E DIREZIONE DEL CORSO

Il corso è organizzato dallo Sportclub EtnaSci, società affiliata alla Federazione Italiana Sport Invernali e al CONI, e la direzione tecnica è affidata a Dario Teri. Qualifiche possedute: Maestro di sci alpino dal 2004 iscritto al relativo collegio regionale e albo professionale; Allenatore di Sci Alpinismo FISI dal 2013 (ultimo aggiornamento  tecnico Novembre 2019); Ski Man professionista qualificato in seno all'Associazione Italiana Ski Man nel 2001. Le docenze saranno anche affidate a istruttori di sci alpinismo del CAI e Maestri di sci. 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 220€ A PERSONA (include Tessera FISI valore 35€)
Chi fosse già tesserato alla Federazione Italiana Sport Invernali potrà stornare la relativa quota dall'importo. 

NOLEGGIO SCI 

I partecipanti potranno noleggiare l'attrezzatura a una quota agevolata di 20€ (set completo ski touring - attacchi pin - pelli di foca; scarponi + 5€)

  • Pubblicato in Servizi

Apertura campagna abbonamenti stagionali sull'Etna

La Funivia dell'Etna e la STAR, le società che gestiscono gli impianti di risalita sul vulcano, hano comunicato da giorno 7 Dicembre 2016 si aprirà la campagna abbonamenti per la stagione sciistica 2016/2017 sui versanti di Etna Nord ed Etna Sud. Riportiamo le informazoni diffuse dalle stesse società. 
Come ogni anno sarà possibile acquistare in PROMOZIONE, fino al 20 Dicembre 2016 lo Stagionale adulto per i due versanti a € 250,00, dopo il 20/12 il costo sarà € 330,00. Sul versante Etna Sud - Nicolosi lo skipass sarà valido solo per Funivia e Montagnola. Lo stagionale è proposto con un ulteriore sconto per bambini fino a 12 anni al costo di € 170,00, dopo il 20/12 a € 230,00.
Ufficio vendite:"MERID" (Ex Craivan) Via Messina 780/A (Cannizzaro) Catania Aperti dal LUNEDì al VENERDì 9:30 - 12:45 e 15:30 - 19:30, SABATO 9:00 - 12:45

  • Pubblicato in News

Campionato regionale di sci in Valle del Bove (1932)

Marzo 1932 - L'istituto Luce ci riporta indientro di oltre 80 anni, all'interno della Valle del Bove e non solo. Incredibili immagini del passato con una miriade di persone, in qualità di partecipanti sciatori e di spettatori. Assolutamente da vedere alzando il volume e ascoltando in religioso silenzio...

Salvatore Tomarchio, una vita sull'Etna

Apriamo la nuova rubrica "STORIE" con un ricordo di Giovanni Tringali su una persona che può essere considerato uno dei pionieri dello sci e della fotografia etnea: Salvatore Tomarchio, classe 1922, appassionato sciatore che il 5 Dicembre 2009 purtroppo ci ha lasciato. Salvatore Tomarchio, una vita sull'Etna, una preziosa eredità di immagini. Il 6 maggio 1922 nasceva a Zafferano Salvatore Tomarchio. Sicuramente durante la sua infanzia dovette essere molto colpito dagli spettacoli naturali che offriva il vulcano sia quando innevato rifletteva il radioso sole delle belle giornate siciliane, sia quando dava sfogo alla sua prorompente energia liberata nelle sue spettacolari manifestazioni eruttive che, in quanto tali, meritavano di essere Immortalate in fotografia. La sua passione di fissare sulla carte la realtà che lo circondava iniziò molto precocemente e già a 7 anni cominciò a fotografare con una macchina a soffietto Kodak avuta in regalo. Era l'Inizio di una carriera di successi dato che in qualità di fotografo eccezionale insegnò per l'appunto fotografia all'Accademia delle Belle Arti di Catania dal 1970 al 1989. Tuttavia le foto della lava fino al 1950 erano grigie e non rendevano le sensazioni della visione reale, ma con l'avvento del colore tutto cambiò e le fotografie delle eruzioni etnee tra cui quella iniziata il 25 novembre 1950 divennero testimoni di uno spettacolo che incute terrore ma allo stesso tempo affascina. Era un frequentatore assiduo dell'Etna quando le cime del vulcano si conquistavano con sudore e fatica muscolare e non comodamente con la funivia o con i motori degli impianti di risalita come avviene oggi. In una di queste escursioni l'8 dicembre 1942 Salvatore, insieme ad altri 4 compagni, scampò per miracolo alla morte nell'osservatorio distrutto dall'eruzione iniziata il 5 aprile del 1971. Infatti a causa delle esalazioni di ossido di carbonio sprigionatesi da un fuoco che avevano acceso per riscaldarsi rimasero tutti intossicati. Purtroppo per uno di loro, Alfio Leotta non ci fu nulla da fare e questa disgrazia segnò molto Salvatore...e dopo quella disgrazia nulla fu come prima. L'Etna è il vulcano dalle forti emozioni ed è forse per questo che Salvatore Tomarchio partendo di buon mattino affrontava la salita con in spalla sci lunghi 2.20 metri dal peso di quasi 20 chilogrammi ... se non c'è passione queste sfacchinate sono inconcepibili! tanta fatica per godere di pochi minuti di discesa con il vento gelido che ti avvolge facendoti sentire l'ebbrezza della velocità ed una sensazione di immensa libertà. Quando ti fermi ti senti pienamente appagato e ripagato per le fatiche della salita e pensi alla nuova escursione. Gli appassionati dell'Etna amano la montagna e le forti emozioni che talora ci regala il vulcano con le sue manifestazioni parossistiche e quando si indossano gli scarponi per salire sulle alture dove domina il deserto vulcanico si avverte una sensazione difficile da descrivere. Certamente le tante volte che Salvatore ha calzato gli scarponi per salire sull'Etna avvertiva queste sensazioni che lasciava fissate sulla pellicola fotografica. In una di queste foto dai colori antichi si vede Salvatore Tomarchio nella Valle del Bove com'era una volta, con il gran cratere com'era una volta, con il fondovalle erboso come era una volta. Oggi tutto è cambiato, al posto dell'erba la sciara, al posto dei fumo il cratere di Nord-Est e al posto di Salvatore ...purtroppo solo il ricordo. Infatti, il 5 dicembre 2009 il fotografo della lava non partiìper le solite escursioni ma per il viaggio dal quale non si ritorna più. Lascia in eredità al figlio Giovanni la sua arte fotografica che ne fa una professione di eccellenza e dalle artistiche riprese di Giovanni Tomarchio trasmesse dalla RAI hanno potuto osservare le spettacolari eruzioni etnee persone che mai sono stati in Sicilia... una preziosa eredità di spettacolari immagini! Credo che questo sia uno dei più bei regali che ci ha fatto Salvatore Tomarchio, magnificamente interpretato dall'abilità e professionalità di Giovanni. I pesanti scarponi di Salvatore non lasciano più impronte sulla neve come quelle di tanti appassionati che adesso ci mancano quando li ricordiamo nella spensieratezza delle escursioni o nei momenti di allegria delle pause di riposo. La sua vita appartiene ora alla Montagna dove regna il silenzio e domina il Signore delle Cime. A chi rimane resta il ricordo e un grande senso di vuoto perché Salvatore Tomarchio nei familiari e nei conoscenti ed amici di vuoto ne ha lasciato tantissimo.

Giovanni Tringali

  • Pubblicato in Blog

4 Apr 2015 Skier sur l'Etna, c'est possible (Servizio su France 2)

Nel tg serale del 4 Aprile 2015 è andato in onda un servizio speciale sull'Etna e sul freeski realizzato sul nostro vulcano. Protagonisti di buona parte del servizio sono stati i Caproni dell'Etna tramite il nostro portale EtnaSci.it che hanno curato l'organizzazione logistica e la scelta delle location delle riprese dei reporter francesi. In allegato il link per rivedere il servizio.

VAI AL SITO DI FRANCE2

Etna 9 Maggio 2010 - Spettacolare sciata dai crateri al versante Ovest

Il nostro amico Fabio "Meteo" ci ha coinvolto in una bellissima scialpinistica. Ci sono zone del vulcano in cui la neve ancora dura e offre l'oppurtunità di sciare. Crediamo di essere scesi nel fuoripista più lungo partendo dai 3200 metri del cratere di Bocca Nuova fino a quota 2200 metri sul versante di Bronte, 1000 metri per una discesa di circa 2,5 Km e una pendenza media del 25/30%. Straordinario considerando che siamo al 9 Maggio! Alla prossima!

VAI ALLA GALLERY

Sottoscrivi questo feed RSS