Piano Provenzana - Osservatorio Pizzi Deneri
log in

Sci alpinismo

fisi

Piano Provenzana - Osservatorio Pizzi Deneri

L'osservatorio vulcanologico è una delle mete più "battute" dagli sci alpinisti etnei. Offriamo l' itinerario con due varianti di risalita. Carta d'identità itinerario LOCALITA’ DI PARTENZA: Piano provenzana – M.Conca(1830m) DISLIVELLO 1000 mt TEMPO DI SALITA 3 ore ESPOSIZIONE Nord-NordEst DIFFICOLTA’BSA (vedi tabella difficoltà) CARTOGRAFIA Monte etna 1: 50.000 TCI Descrizione itinerario ACCESSO - l'itinerario è facilmente accessibile partendo dal parcheggio auto Monte Conca di Piano Provenzana. SALITA - (Variante 1°) Da P.Provenzana-M.Conca risalire costeggiando gli impianti scioviari fin alla sommità dell’impianto “Anfiteatro” da qui seguire la lunga diagonale sovrastata dai crateri della bottoniera del 2002 fin alla fine di essa, scollinare alla sommità della bottoniera, da qui salire prima in direzione del cratere di N.E. e a quota 2800 circa deviare a sinistra verso il grande piano visibile (Piano delle concazze) alla sua estremità a S-E è visibile la struttura dell’osservatorio vulcanologico, sopra di esso spicca il promontorio di Pizzi Deneri (2847m) ottimo punto di osservazione sulla Valle del Leone da qui si possono ammirare i crateri sommitali. SALITA - Variante 2° Da P.Provenzana-M.Conca risalire costeggiando gli impianti scioviari fin alla sommità dell’impianto Coccinelle distrutto dalla colata lavica del 2002, alla fine dell’impianto proseguire la salita in modo da scollinare al di là dei crateri del 1809 e del 2002, costeggiare a destra quest’ultimi e salire in direzione del cratere di N.E.,a quota 2800 circa deviare a sinistra verso il grande piano visibile (Piano delle concazze) alla sua estremità a S-E è visibile la struttura dell’osservatorio vulcanologico, sopra di esso spicca il promontorio di Pizzi Deneri (2847m). DISCESA - Scendere dal promontorio di Pizzi Deneri e riattraversare Piano delle Concazze verso N-O, da qui si ha una vasta scelta di canaloni che portano a valle, mantenersi sui primi 2 (dalla parte opposta del Piano delle Concazze rispetto l’osservatorio, quindi quelli più a N-O ) e scendere prendendo come riferimento la base dell’impianto Anfiteatro, (occhio a non scendere troppo dentro il canalone, rischiereste di non rientrare a M.Conca, da porre particolare attenzione nel passare da un canalone ad un’altro, le creste sono spesso esposte al vento quindi presenza di pietre e ghiaccio!!!!!) Articolo a cura di Daniele Maugeri

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.