EtnaSci.it

lunedì 19 nov

Ultimo aggiornamento:20:00

NOVITA:
SEI QUI: Territorio :. Itinerari :. Grotte
 60 visitatori online
 

  LINGUAGLOSSA   chiusi   |    NICOLOSI   chiusi   |   CALABRIA   chiusi   |   BOLLETTINO NEVE Bollettino neve  |    WEBCAM webcam   |    PREVISIONI METEO meteo   |   LIVE   stazionemeteo2    

Grotte vulcaniche

grotta dei lamponiL'Etna è ricchissima di grotte di scorrimento lavico. Sono cavità "nate" nel corso dei millenni nelle numerose eruzioni quando la lava incanalandosi in dei fiumi lavici e raffredandosi in superficie crea delle gallerie sotteranee. Quando la lava esce dalla bocca effimera svuota la galleria che un giorno sarà possibile visitare...

La grotta del Burrò

E-mail Stampa PDF

LA GROTTA DEL BURRÒ
Alle pendici di Monte Spagnolo si apre una delle più belle cavità del vulcano, lunga quasi 250 m, offre ai visitatori uno scenario misterioso per ciò che riguarda ritrovamenti e una stanza del crocifisso, la saletta in questione, è infatti contraddistinta dalla presenza nella parte orientale di una piccola croce, situata prima di ritrovamenti passati.

Difficoltà: media; Periodo: tutto l’anno. Durata: 2 ore.

La grotta del santo

E-mail Stampa PDF

LA GROTTA DEL SANTO

Grotta di scorrimento lavico molto complessa; essa si suddivide in diverse gallerie, in parte sovrapposte, che si sviluppano con pendenze differenti per una lunghezza complessiva di oltre 800 m.
La volta e le pareti sono rivestite da una patina bianca di concrezionamento; i piccoli brandelli di lava parzialmente rifusi che penzolano dalla volta sono anch'essi rivestiti da questa patina e a volte prolungati da brevi stalattiti
In questa cavità sono stati rinvenuti frammenti di ceramica attribuibili alla cultura di Castelluccio, ad età classica e medievale.
La cosa più curiosa è la leggenda legata al “santo”, cioè Nicola Politi, pare che egli si rifugiò per ben due anni in questa grotta, e li fu trovato morto; in suo onore è stato realizzato un altare, ed una volta l’anno vi è una particolare processione in un cammino che lambisce una eruzione antica, trasformata in percorso mariano.

Difficoltà: media; Periodo: tutto l’anno. Durata: 2 ore.

La grotta dei tre livelli

E-mail Stampa PDF

LA GROTTA DEI TRE LIVELLI


E’ così chiamata perché nel suo tratto iniziale, al di sopra della galleria principale, si stendono, in parallelo, altri due piccoli condotti secondari.
L’ingresso della cavità si trova nella contrada Casa del Vescovo.
La parte della grotta che si consiglia di visitare è il cosiddetto tratto a valle, lungo circa 300m. La larghezza ed altezza di questa porzione è, in genere di comoda progressione, solo ad una sessantina di metri dall’ingresso il visitatore è costretto a strisciare per un paio di metri sulle scorie laviche. Tuttavia questa fatica è subito dopo ampiamente ripagata dal maestoso spettacolo che l’ambiente offre: gallerie, costellate di stalattiti, striature ai fianchi, ecc…

 Difficoltà: media; Periodo: tutto l’anno. Durata: 6 - 8 ore.

Le grotte della Catanese - Ragalna

E-mail Stampa PDF

LE GROTTE DELLA CATANESE (RAGALNA)

Le due grotte della Catanese sono ambienti molto ampi, ricchi di rifusioni laterali della colata, in cui si rinvengono tipici abitanti di grotta (Pipistrelli), lucertole, ecc.
Il complesso si rinvengono le due cavità è un parco sub – urbano, molto gradevole, con una buona vista verso il vulcano Etna.
Le due grotte sono facilmente fruibili, visitabili da chiunque, inoltre in zona è tipica una essenza vegetale molto pregiata: il bagolaro dell’Etna.
L’itinerario prosegue per il Giardino dell’Etna e per l’osservatorio astrofisico sempre ai piedi del vulcano.

Difficoltà: semplice; Periodo: tutto l’anno. Durata: 5 ore.

La grotta di S. Agrippina - Mineo

E-mail Stampa PDF

LA GROTTA DI S.AGRIPPINA (MINEO)
Ai piedi dell’abitato di Mineo, in una valle meravigliosa, in cui scorre un fiumiciattolo in quieta solitudine, si ergono in un pendio molto affascinante, delle cavità naturali che data la loro immensità, suscitano anche per la posizione geografica enorme interesse per chi li visita.
All’interno vi sono diverse stanze, lunghi corridoi, inghiottitoi, balconi naturali, altarini sacri con icone raffiguranti la patrona della città di Mineo (S.Agrippina). L’itinerario è semplice, ma al contempo misterioso e fascinoso, perché presenta un percorso insolito, ma al contempo naturalistico e archeologico.

Difficoltà: media; Periodo: tutto l’anno. Durata: 2 ore.

Le grotte Carratabia - Mineo

E-mail Stampa PDF

LE GROTTE CARRATABIA (MINEO)

Ai piedi del Monte Carratabia, si intravedono le singolari grotte omonime, di natura carsica, dimora di un complesso rupestre di origine sicula..
All’interno si possono ammirare gli splendidi graffiti che raffigurano animali e cavalieri.
Il sentiero per raggiungere le grotte è semplice, immerso in una valle che degrada alla vista degli occhi in maniera direi inimagginaria.
L’itinerario prosegue per Licodia eubea o Vizzini per visitare dicchi ( resti di edifici vulcanici), lave a cuscino, colonnari basaltici, musei etnoantropologici.

Difficoltà: facile; Periodo: tutto l’anno. Durata: 1 ore.

Le grotte di San Gregorio

E-mail Stampa PDF

LE GROTTE DI SAN GREGORIO

a riserva, che si estende per circa 70 ettari, ricade nel comune di San Gregorio di Catania, in località Guardiola Cantarella o Piano dell’Immacolata, nel basso versante sud orientale del vulcano Il Piano dell’Immacolata, all’interno della Riserva, costituisce, con le sue otto grotte attualmente conosciute, uno dei luoghi a più elevata densità di grotte del nostro vulcano.
Proprio per queste caratteristiche, e per i particolari aspetti geologici ed ambientali (lembi residui di macchia mediterranea), ma anche per gli aspetti archeologici (La Grotta Micio conti è stata utilizzata dall’uomo nell’Età del Bronzo come ricovero e come luogo di sepoltura), la Regione Siciliana ne ha fatto una Riserva Naturale.
Le cavità presentano morfologie interessanti e diversificate per gruppi di cavità appartenenti a diversi eventi eruttivi, quali gallerie dall’andamento sinuoso, fenomeni di biforcazione e ricongiunzione dei condotti, spettacolari strie e fenomeni di rifusione sul tetto e sulle pareti, rotoli di lava, pavimenti di lave a corde, lave piane, lave a blocchi, a scorie, ecc. .
L'escursione prevede una passeggiata all’interno della Riserva, e la visita delle cavità presenti all’interno.

Difficoltà: facile; Periodo: tutto l’anno. Durata: 1,30 ore.

La grotta Petralia - Catania

E-mail Stampa PDF

LA GROTTA PETRALIA


La Grotta Petralia, situata nel sottosuolo del quartiere Barriera di Catania, è una delle più estese cavità etnee; si sviluppa in colate preistoriche (4.000 – 5.000 a.C.) e l’ingresso si apre in una proprietà privata.
Una sua completa esplorazione ha messo in evidenza la frequentazione da parte dell’uomo in età preistorica. La cavità è stata infatti utilizzata come luogo di sepoltura e conserva ancora resti (vasellame, strumenti litici ecc.) risalenti all’età del bronzo antico.
La grotta è ancora oggetto di studio da parte di ricercatori della Soprintendenza ai Beni Archeologici. La cavità, per le sue splendide e ben conservate morfologie interne, costituisce un esempio notevole di galleria di scorrimento lavico (lava tube).

Periodo: tutto l’anno. Durata: 1 ore (compreso). Difficoltà: facile.

Pagina 1 di 2

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
 
 

Etna Freeride